Supersapiens.it
  Giuseppe Pignatale  Presenta:
 


 Benessere:
IL PARADISO

 Il Paradiso Ŕ la massima aspirazione dell'Uomo sin dalla notte dei tempi. E' possibile aspirare e averlo in
 Terra e a nuova vita? Ŕ possibile far si che questa vita terrena sia degna di essere vissuta?
 
Google
 
Web www.supersapiens.it
 

   Sopra: Zanzibar, uno dei tanti paradisi terrestri sognati da
   molti.

Il Paradiso Ŕ il luogo spesso ultraterreno a cui aspirano gli uomini al di la del proprio credo. Sappiamo che le tre religioni principali sono il Cristianesimo, l'Islam e l'Indui- smo. Spesso,oggi come in passato, la filosofia base di queste religioni, Ŕ stata causa di guerre cruente tra gli uomini e non c'Ŕ niente di pi¨ sanguinoso delle guerre di religione: basta pensare alle Crociate, combattute tra Cristiani e Musulmani, con molti morti, da entrambe le parti e spesso fatti a pezzi in nome di Dio o delle stesse guerre di religione,e poi in Europa, fra gli stessi cristiani, suddivisi in cattolici e protestanti in seguito alla nascita delle diverse chiese protestanti.

Facciamo ora una breve storia delle religioni. Esse sono sorte con la nascita delle prime civiltÓ umane con lo scopo di mettere ordine al caos generale favorendo subito la suddivisione dell'Uomo in classi diverse, da quelle privilegiate re, nobili e sacerdoti, a quella libere degli scribi, degli artigiani, dei commercianti, degli agricoltori e allevatori che sostenevano la maggior parte dei lavori fino a giungere agli schiavi, classe umana senza alcun diritto, le macchine dell'antichitÓ.
Le religioni, spesso hanno spiegato con la semplice osservazione, fenomeni per l'Uomo inspiegabili. Nell'antico Egitto, il Nilo, che, ogni anno, verso la fine di giugno straripava allagando molti campi e lasciando fertili i campi, fu divinizzato, non sapendo a quel tempo che questo grande fiume nasce molto lontano in parte nell'Etiopia, si ingrossa a causa di forti piogge, portandosi con se del terreno che poi diventa limo. Il gatto poi, che mangiava i topi, difendendo i granai, fu divinizzato: oggi sono stati scoperti mummie di animali e in particolare di gatti.

Spesso nella religione, compresa la cristiana prende piede l'arroganza di per-
fezione, di avere a tutti i costi ragione. Infatti in Egitto la mummuia di Imothep, una sorta di padre Pio dell'antichitÓ, perchŔ aveva contribuito alla costruzione di piramidi, e, come medico aveva fatto elevati studi e operazioni sulla testa, era venerato e molti sofferenti si recavano in Egitto, partendo dalle varie province dell'impero romano: i primi cristiani fecero scomparire la sua mummia per eliminare l'afflus- so di fedeli che cercavano una risposta alle loro sofferenze.

In Europa poi, con la nascita delle Chiese Protestanti, spinti anche da semplici interessi economici, la lotta si fece cruenta con molti morti ammazzati a cui si aggiunsero gli effetti nefasti dell'Inquisizione - vedi la condanna a morte, tramite rogo, di Giordano Bruno e le sofferenze subite da Galileo Galilei.
Oggi poi le cose non vanno meglio se si considerano i massacri subiti a Timor Est dalla comunitÓ cristiana che determinarono l'intervento della comunitÓ internazionale.

Ma torniamo al concetto di Paradiso. Da sempre l'Uomo si Ŕ chiede che accade dopo la sua misera esistenza terrena.
Ebbene nell'antico Egitto, gli Egizi credevano che per continuare la vita era necessario preservare dalla distruzione il proprio corpo dopo la morte: questo si otteneva con l'imbalsamazione del corpo. Molto probabilmente questo concetto di vita ultraterrena sarÓ stato preso poi dall' Ebraismo e successivamente dal Cristianesimo e poi dall'Islam (vedere Maometto e l'Islam). In India Ŕ molto diffuso l'induismo che vi prese piede intorno al 180 a.C. con la fine del primo impero indiano e la scomparsa della dinastia Maurya aprendo la strada all'India divisa in molti staterelli per V secoli. L'induismo Ŕ caratterizzato da una filosofia molto complessa e ogni uomo pu˛ caricare il suo "Karma" positivamente e va alla morte in paradiso o negativamente in un pianeta inferiore (inferno). Nell'impero Mogol che si form˛ successivamte, l'India aveva credenti induisti e musulmanti che vivevano spesso in discordia. Oggi con il diffondersi del cristianesimo in India, molti cristiani stanno subendo violenza dalla comunitÓ induista che non comprende la filosofia cristiana basata sul fatto che tutti gli uomini sono uguali, cosa che va a contrasto col sistema indiano basato tutt'oggi sulle caste, che sono in effetti classi chiuse.

 Torna alla HomePage

A sinistra: India.- Deshnoke nei pressi di Bikaner, il Karnimata, il famoso TEMPIO DEI TOPI, dove i topi sono venerati come incarnazione della Dea Durge: qui in pratica migliaia di topi sacri scor- razzano nel tempio, mangiano i doni dei visitatori, bevono latte dalle ciotolone lasciate per loroůe cercano di evitare di essere calpestati dai turisti i visitatori sono allibiti; poi il grano lasciato dai ratti viene raccolto con gli escrementi e dato ai poveri.

Quindi da sempre l'Uomo aspira, nonostante il proprio credo, al Paradiso in particolare dopo la morte.
E, in vita, spesso gli uomini per garantirsi il Paradiso sulla Terra, investono stupidamente i loro ultimi risparmi su lotterie e scommesse varie.
Per ostacolare gli scontri religiosi, qualche anno fa, in particolare sotto Giovanni Paolo II, tutte le Chiese del Mondo si sono riunite (vedi Assisi) per far si che tutti gli uomini, al di lÓ del loro credo, cooperino per il bene comune e del nostro pianeta ormai minacciato dalla stessa opera nefasta dell'Uomo: inquinamento globale, successivo innalzamento del livello dei mari -causa di scomparsa futura immediata delle Maldive-, desertificazione, cambiamenti climatici, stanno mettendo a dura prova la Terra determinando in futuro l'aumento dei mali umani soprattutto nelle aree depresse del pianeta: Fame, malattie.
Da sempre l'Uomo Ŕ stato in balia tra il Bene e il Male. Per far si che il Bene sia sempre vincente sul Male, occorre che gli uomini cooperino fra loro in di- fesa dell'ambiente con un grande programma ambientale con largo impiego di fonti alternative per inquinare di meno e che tende a salvaguardare le specie viventi in estinzione ma soprattutto se stesso. Ultimamente in Africa, paesi come il Zambia, stanno ripopolando le riserve con specie estinte come il rinoceronte nero. Occorre per˛ singolarmente fare molto di pi¨, per far si che ogni uomo, ovunque sulla Terra, possa vivere in modo dignitoso, e possa vivere in un suo micro-Paradiso terrestre; poi al di la del credo, se un uomo durante la sua vita Ŕ stato giusto, certamente al termine della sua vita terrena andrÓ in Paradiso se esiste, visto che nessuno Ŕ tornato per darci conferma.

  CONTINUA