Supersapiens.it
  Giuseppe Pignatale  Presenta:
   Sviluppo Globale:
QUI BASE LUNA!

PAGINE IN ALLESTIMENTO

Come in passato, l'uomo conquistò le terre sconosciute delle Americhe, il futuro sarà la conquista dello spazio partendo dalle stazioni lunari ......
Con la conquista dello spazio si porta a completamento il grande sogno primario dell'Uomo: il volo.



Google
 
Web www.supersapiens.it

Mister Domain
 

Un futuro grande sogno dell'Uomo è la conquista dello spazio.
E' probabile che nel 2015 torni sulla Luna per insediarsi su di essa nel giro di pochi anni in modo permanente. La Luna diventerà quindi l'avamposto necessario affinchè si possa compiere il grande balzo verso Marte: questo molto probabilmente intorno al 2025-2030.
Nel futuro si vedrà la nascita di una stazione lunare abitata prima da scienziati e poi da turisti spaziali. Della base lunare si iniziò a parlare già negli anni Quaranta del secolo scorso, ma solo durante e dopo le missioni Apollo, terminate nel 1972, furono descritti i concetti fonda- mentali per realizzare una base abitata sul nostro satellite. Sicuramente, lo studio più importante per realizzare una base lunare fu portato a termine nel 1971 dalla North American Rockwell, con la pubblicazione del lavoro dal titolo Lunar Base Synthesis Stydy.
Questo testo si basava sui risultati delle missioni Apollo e si propo- neva il trasporto dei materiali dala Terra verso la Luna non con dei grandi razzi come il Saturno V, ma partendo da una stazione spaziale che avrebbe orbitato attorno alla Terra attorno a qualche centinaio di chilometri d'altezza.
Oggi questa impostazione sembra essere stata abbandonata perchè le finestre di lancio ( cioè i periodi favorevoli dal punto di vista dinamico ed energetico) da una stazione spaziale terrestre alla Luna si aprono solo a distanza di un mese l'una dall'altra. Le soluzioni proposte sembrano di grande interesse. Sono stati anche definiti i veicoli per spostarsi sulla Luna e delle abitazioni per l'equipaggio derivati dai moduli che servono per alloggiare gli astronauti nella Stazione Spazia- le internazionale.

Sopra: rappresentazione grafica di un disegnatore della Nasa di una futura stazione lunare.

VEDIAMO A COSA SERVE UNA STAZIONE LUNARE.
Essa serve per i seguenti motivi:
a) per uno studio scientifico della Luna e lo sfruttamento di questo ambiente per altre     ricerche di fisica, astrofisica, chimica,ecc:
b) per utilizzare la base lunare per ricerche da effettuare sul posto per sfruttare le     rocce per ottenere elementi da utilizzare sulla base lunare o da inviare sulla Terra;
c) infine, motivo più importante, è di realizzare un sistema che renda completamente     indipendente la base lunare dalle Terra, ottenendo così la prima colonia.umana     extraterrestre.
Per realizzare una colonia umana sulla Luna si dovrà produrre ossigeno dalle rocce. L'ossigeno serve a produrre una parte dell'aria all'imterno della base ed è indispensabile, insieme all'idrogeno, per alimentare i razzi. La tecnologia per estrasse ossigeno dalle rocce lunari è stata già sperimentata sulla Terra.
Una volta confermata dell'esistenza di ghiacci sui poli lunari, potrebbe essere estratto da ques'ultimo anche l'idrogeno. Metalli come il ferro e il titanio potrebbero essere estratti dalle rocce lunari con semplici procedimenti. Grandi quantità di ferro sono contenute su ciò che rimane delle meteoriti cadute sulla Luna in passato.
Siccome la Luna, non ha atmosfera, ed ha una forza di gravità minore rispetto alla gravità terrestre, potrebbe diventare una importante base di lancio per satelliti. Un lan- cio quindi effettuato dalla Luna, permetterebbe a parità di potenza di razzo, rispetto a quella effettuato sulla Terra, di inviare nello spazio una maggiore quantità di materiale. Per esempio, quando parte uno shuttle dalla Terra solo 1,5% della sua massa è costi- tuito da materiale scientifico e dall'equipaggio mentre gran parte del resto è costituito da propellente. Dalla Luna, avremo che, circa il 50% della sua massa di una navetta in partenza dalla sue superficie potrebbe essere costituito da materiale scientifico.


 Sopra: la base di un primo avamposto lunare.

Sotto: struttura lunare progettata da ricercatori del Progetto Artemis un'associazione internazionale interessata sullo studio dei modi meno dispendiosi per riportare l'Uomo sulla Luna e farlo rimanere per lunghi periodi. Giù viene rappresentata una abitazione per turisti lunari dal diametro di 18 m suddivisa in 5 piani. La stazione del peso di 5000 Kg. potrebbe essere trasportata in uno spazio minimo e quindi gonfiata sulla superficie lunare.

 
 CONTINUA   Torna alla HomeBase
   Sopra: un veicolo lunare progettato dalla  NASA.
  Torna alla HomePage